News
Explora
Rubriche
Libreria
Strumenti
Fonti
20 ottobre 2022 N. 327 - IMU
Corte costituzionale: i coniugi possono avere un'abitazione principale ciascuno (esente IMU)

Recentemente la Corte Costituzionale ha sancito l'illegittimità della normativa IMU nella parte in cui limita l'esenzione / agevolazioni previste per l'abitazione principale al solo immobile in cui il proprietario e il suo nucleo familiare risiedono e dimorano abitualmente, disponendo attualmente che, nel caso in cui i coniugi risiedono e dimorano abitualmente in immobili diversi (ad esempio, per motivi di lavoro), gli stessi devono scegliere per quale immobile fruire dell'esenzione / agevolazioni previste per l'abitazione principale.

Secondo i Giudici, infatti, va data rilevanza alla residenza e dimora abituale del solo possessore dell'immobile e non anche a quelle del relativo nucleo familiare, in considerazione del fatto che tale ulteriore "requisito" comporta un trattamento fiscale diverso a parità di situazione oggettivamente considerata e risulta penalizzante per i proprietari che formalizzano il proprio rapporto (matrimonio / unione civile) rispetto a coloro che non lo fanno.

Quanto sopra comporta la possibilità di richiesta di rimborso per l'IMU versata dai coniugi per l'immobile di propria residenza e dimora abituale per il quale, in applicazione sia della normativa vigente sia di quella applicabile fino al 2019, non è stata applicata l'esenzione / aliquota ridotta e detrazione prevista per l'abitazione principale.

L'art. 1, comma 741, Legge n. 160/2019 (Finanziaria 2020) fornisce la definizione di "abitazione principale" ai fini IMU, rilevante per poter individuare l'ambito di applicazione dell'esenzione se...

Documenti correlati
Il tuo sistema intelligente di aggiornamento professionale
Non sei ancora abbonato?
Non sei ancora abbonato?